Caso di successo: Ospedale Campale per il S. Salvatore di l’Aquila

La Sanità è un settore molto delicato, ma allo stesso tempo molto esigente di nuove aree e strutture per fornire altri tipi di bisogni vitali. Sappiamo già che le installazioni sanitarie modulari rappresentano un'ottima soluzione alla mancanza di spazio in termini di cura del paziente, ricerca di laboratorio o sviluppo di routine della salute.

Ogni giorno di più la tendenza all'uso di edifici prefabbricati in centri sanitari specializzati è l'opzione più economica e sostenibile possibile. Permette di soddisfare tutti i requisiti affinché le funzioni da svolgere siano le più complete possibili.

ospedale campale

 

Da sempre Algeco è molto attiva in tematiche sociali e di soccorso, e proprio qualche anno fa si è resa protagonista in un momento di emergenza nazionale garantendo a tanti pazienti di potersi curare all’interno di strutture modulari adibite ad ospedali.

Algeco, ha realizzato infatti l’ospedale mobile della Protezione Civile Italiana fornendo grosso supporto all’attività del preesistente ospedale S. Salvatore, e fornendo la giusta soluzione per permettere la gestione dell’urgenza creatasi a l’Aquila, rispondendo con la massima tempestività alle svariate necessità.

Bagni chimici ed un numero infinito di moduli adibiti a diverse tipologie di attività, quali scuole, uffici ed abitazioni, son state le strutture che Algeco ha messo a disposizione dei cittadini colpiti dal sisma una volta superato l’empasse e la concitazione postsismica.

Cos’è e com’è succeso?

Grazie ai propri valori ed ai principi instaurati e cresciuti durante gli anni Algeco permette soddisfare tutte le esigenze architettoniche di creazione di nuovi spazi nel settore sanitario.

ospedale campale

 

La struttura è realizzata con moduli prefabbricati in acciaio e le tamponature esterne ed interne sono realizzate con pannelli sandwich in lana di roccia.

Ogni sezione è dotata di servizi igenici, mentre sono stati previsti ulteriori locali wc, divisi per uomini e donne, per il personale insegnante e di supporto.

In questo modo si tutela il rispettano la privacy personale e l’igiene che da sempre sono dei requisiti importanti in campo ospedaliero.

La soluzione proposta da Algeco e coordinata dal dipartimento della Protezione Civile Italiana è stata un successo sul piano tecnico, operativo e funzionale. La struttura mobile è riuscita ad integrare le capacità operative del Pronto Soccorso.

Trasferito dalla Maddalena all’Aquila, l’ospedale è stato realizzato in soli 28 giorni. All’interno è stato progettato con:

  • 17 sale degenza;
  • 1 sala operatoria;
  • 1 sala rianimazione e una serie di postazioni di preparazione e risveglio.

Aspetti Tecnici

L'ospedale, originariamente previsto per il G8 della Maddalena, è stato completamente riadattato in tempi da record per permettere la collocazione dei moduli Progress accanto al preesistente ospedale dell'Aquila.

ospedale campale

 

Un lavoro complesso di ingegneria organizzativa che ha generato una soluzione semplice, veloce e sicura.

La struttura, posizionata su un'area di 2.500 Mq, è stata realizzata con l'assemblaggio di 116 moduli Algeco suddivisi in due blocchi: uno destinato alla degenza e uno alla sala operatoria. Due cordoli lo collegano al San Salvatore, le pareti sono ignifughe e il tetto è costruito in modo tale da resistere al peso di abbondanti nevicate.

Puoi trovare più info sul progetto cliccando qui: Scheda Tecnica e Planimetria.

Categoría: